15 maggio 2014

IL PRIMO TRIMESTRE... IN PRATICA!

Eccoci qui ragazze… io e il mio +1!
vorrei condividere con voi il racconto del mio percorso “in pratica”  attraverso quest’enooooorme esperienza che è la gravidanza; perchè vi assicuro a volte -specie all'inizio- avrei  voluto un tutor!!!! ( ora finalmente ho capito a cosa serve la figura professionale della doula!) e spero così, ora o in futuro, possa esservi utile.

 La prima cosa che mi vien da dire è che a dispetto di ogni scaramanzia, remora, sbattimento... Se durante questa vostra gravidanza volete rischiare di risparmiare almeno in qualcosa fatevi dare SUBITO l'elenco di tutti gli esami, le visite e le ecografie che dovrete dare e... prenotateli.
Lo so voi penserete "ma se sono alla 16 settimana mi prenoto il corso pre parto che devo fare alla fine?"
SI!
È così.

Diciamo che avere un ginecologo privato di riferimento è un lusso - sicuramente- che se possibile io mi concederei per avere un appoggio, per sentirsi più sicuri in certe circostanze, per essere seguite se -speriamo sempre di no- dovesse sorgere qualche pasticcio... Peró alla fine anche l'ospedale che si sceglie a mio avviso ha la medesima importanza. Prenotando per tempo lì si potranno fare alcuni esami ed ecografie attraverso il SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE oltre che piano piano cominciare a prendere  familiarità con il luogo ed i suoi meccanismi ma bisogna essere lungimiranti e organizzarsi subito altrimenti trovare posto è impossibile e si finisce per vagare per gli ospedali ed i laboratori d'analisi  della propria città come una trottola o ricorrere al privato.


Fatta la dovuta premessa i primi 3 mesi in pratica... sono un casino!!!!
Alcune donne non hanno nessun sintomo... magari un pó di spossatezza... Un capogiro... ma la maggior parte di noi ha: nausea ( e chi l'ha detto che è mattutina?), vomito, sonno come se non ci fosse un domani, seno dolente ( avviso a tutti i compagni/mariti/fidanzati: guardare e non toccare!!!), ormoni a palla...



Mai come durante la gravidanza ci si rende conto di come il corpo sia una macchina perfetta e tutto ció oltre a preparare il giusto hambient per il pupo serve anche in qualche modo a rallentare i ritmi, a favorire le modificazioni che il fisico deve mettere in atto...



E poi  ci sono un pó di pensieri, e paure... La dodicesima settimana è un traguardo cruciale da raggiungere!   

In questo primo trimestre le cose pratiche da fare sono:
  • una visita ginecologica
  • la prima ecografia ( e qui vi avviso: a sentire battere il suo cuore.. scoppia il vostro!)
  • gli esami di controllo che prescrive il medico ( urine e sangue, con ricerca degl'anticorpi della famigerata toxoplasmosi - che potrebbe tenervi lontane da salumi, sushi, fragole e insalatone di dubbia lavatura... Per un pó!- hiv, citomegalovirus... e co.)
  • se posso permettermi un consiglio se già non lo conoscete e non ne avete certificazione da esibire, ricordatevi di farvi inserire nei primi esami del sangue il gruppo sanguigno perchè vi servirà di continuo!



Questo delicato periodo è anche quello in cui bisogna valutare SE SI RITIENE i test diagnostici ed anche in questo caso a dispetto della voglia di non pensare a niente se si decide di farne uno i più ( magari uno poco invasivo e poi a seconda del risultato e del parere medico prenderein considerazione un approfondimento...)questo è il momento di valutarli, confrontarsi con il partner, informarsi e in alcuni casi eseguirli.
Diciamo che in generale ognuno di questi ha delle tempistiche precise in termini di settimane in cui vanno eseguiti, ve li elenco soltanto per lasciarvi un punto di partenza, per informarvi nel caso che come me all'inizio di questa avventura foste completamente a digiuno e lontane dal conoscere le milioni di informazioni tra cui poi bisogna orientarsi e che diventano il pane quotidiano della primipara( e già vi chiameranno così!!!) in gravidanza::

  • Bi-test ( traslucenza nucale+ prelievo del sangue)  
  • Villocentesi
  • Amniocentesi 
villo e amnio sono gli unici due attualmente con risultato certo e non probabilistico ( concedetemi la parola "certo" perchè davvero tutta questa questione meriterebbe un capitolo a parte)



...e poi da un pó si comincia a parlare di un certo esame del sangue  chiamato a volte safe test, a volte harmony test... A seconda di dove li eseguite... che proviene dall'america, si esegue solo privatamente  o nel caso del safe test gratuitamente alle donne umbre sopra i 35 anni, costa parecchio, attualmente rientra sempre nei test a valore probabilistico e che consiste nella  attaraverso un prelievo di sangue materno



Spero di non avervi confuso ancor più le idee, peró per rincuorarvi vi lascio con un'ultima informazione: gli ospedali organizzano dei COLLOQUI PRENATALI a cui si accede con impegnativa del medico ASL senza appuntamento ma in giorni prestabiliti in cui si possono avere tutte le informazioni  da personale esperto. Al Buzzi organizzano un colloquio informativo di gruppo in aula magna tenuto da una genestista e successivamente degli spazi individuali per specifiche domande e/o nel caso la compilazione dei moduli di prenotazione dell'esame aiutate da personale qualificato.

per il momento direi che è tutto... è tantaroba, lo so, e si allontana un pò dal mondo sognante  e super serafico che uno si immagina quando pensa all'inizio della gestazione ma... è la dura vita delle mamme... e si assopora dall'inizio!!!!!

un sacco di cose a cui pensare!!!!


Have a good time
Buon caffè( a quello non si rinuncia mai)
emme+1

:)


Il mio sottofondo musicale: “ rather be feat. jess glynne” clean bandit